terzo ritrattotitolo



terzo ritrattoLa terza immagine è di Silvio Zanelli, un giovane ritrattista di Firenze conosciuto dalla Comunità dei Figli di Dio, Comunità sorta a Firenze, per aver eseguito il ritratto di don Divo Barsotti, fondatore della stessa Comunità. Nel 2001 un giorno di primavera capita d'incontrarsi a Roma, a Casa San Benedetto in cui erano convenuti molti membri della Comunità per un incontro. Ricordandomi della notorietà delle sue capacità artistiche, quasi per scherzo, gli chiesi se voleva ritrarre la nostra Meneghina. Ed egli, sorridendo, mi disse: "Perché no?". Parlammo a lungo del materiale che avrebbe potuto essere utile all'esecuzione di un ritratto della Meneghina, della quale non esiste alcuna fotografia. Gli raccontai la storia dei due ritratti precedenti e ci lasciammo senza alcun impegno. Gli spedii però subito dopo alcuni scritti sulla Meneghina e riproduzioni dei suoi ritratti, attendendo notizie sull'eventuale sviluppo della cosa tramite Rosa, consacrata della CFD di Roma, perché Rosa aveva modo di incontrare il pittore a Firenze e capire se aveva preso la cosa seriamente. Nel gennaio del 2002 mi giunse una bozza del ritratto a matita con l'assicurazione che non aveva dimenticato la Meneghina e nemmeno quella che aveva commissionato il gravoso lavoro. Del 12 febbraio è la mia risposta contenente qualche specificazione sui dettagli. Mi premeva, infatti, segnalare che la Meneghina venisse ritratta nella normalità, dal momento che i dolori della sua esistenza erano già stati ritratti dai due pittori precedenti. Sorprendentemente ecco una lettera datata 15 aprile 2002 di don Divo Barsotti .... in cui dichiara di essere al corrente del compito affidato a Silvio da me e aggiunge: “Troppo spesso l'iconografia in quest'ultimi secoli non ci ha dato nessun'opera che potesse fedelmente farci conoscere quei santi che pure si voleva portare a conoscenza del popolo di Dio. … … Se posso vorrei dirti di aver fiducia nell'Artista e di lasciargli la libertà di dipingere secondo l'ispirazione che egli ha ricevuto o può ricevere nel conoscere la nostra beata ....".

 

Il ritratto fu eseguito e portato a Roma. Era l'estate del 2003 ed ero a Capriana. Si provvide a incorniciarlo e a metterlo in via provvisoria nel locale frequentato dai visitatori. Adesso è nella chiesa parrocchiale di Capriana accanto alla sua sepoltura e ho ritenuto giusto far sapere con un foglio informativo, che l'autore del ritratto è sulla via del sacerdozio.

 

L'idea di fare un nuovo ritratto della Meneghina è nata a Roma nell'estate del 2001 da un fortuito incontro con il pittore Silvio Zannelli di Firenze. Dapprima, la richiesta di fare un ritratto senza fotografia venne ritenuta uno scherzo, poi però alla richiesta di volerne sapere di più, la proposta divenne seria. Il nostro pittore volle leggere la storia di Maria Domenica Lazzeri. .. esaminare testimonianze ... condividere consigli altrui ... ed ecco un'immagine della Meneghina sotto i nostri occhi come forse lei medesima avrebbe voluto essere: umile, povera, un'operosa e pensosa giovanetta; e non un'ammalata sanguinante su un letto di dolore ... così infatti era stata rappresentata all'inizio della sua malattia (1835) e così fu rappresentata successivamente, un anno prima della sua morte (1847). L'autore del dipinto ha trovato l'ispirazione giusta ma con grande fatica, soffrendo molto ... tanto che anche se non ne ha le caratteristiche pittoriche lo potremmo definire "quasi un'icona" ... il Signore conosce la sofferenza che Lui chiede a coloro che si cimentano in tali opere ... bisogna pregare molto, in una preghiera vissuta interiormente in modo così profondo da riuscire poi a comunicarla sulla tela. Non a caso don Divo Barsotti, notissimo teologo scomparso recentemente, si era compiaciuto per la scelta del pittore Zannelli, affermando: "è un artista che crede nella santità e che ama i santi".

 

Il quadro fu incorniciato nel 2003 e oggi si trova a fianco della tomba di Maria Domenica, nella chiesa di Capriana.

 

Giunge opportuna la notizia che lo stesso autore del ritratto della Meneghina ha fatto il ritratto anche al nostro Papa Benedetto XVI e a questo proposito mettiamo qui la foto ricordo e insieme al Santo Padre preghiamo per il nostro pittore che sta per intraprendere la strada del sacerdozio ... Auguri da tutti noi!

 

Concept, Design & Develop by GALAXY TS - PREDAZZO - info@galaxyts.it